DAI TUOI OCCHI SOLAMENTE DI FRANCESCA DIOTALLEVI

Vivian fa la tata a New York presso una famiglia benestante.

Del resto, questo è il suo lavoro: prendersi cura della vita degli altri, dato che nessuno si è preso cura di lei durante l'infanzia.

E nello stesso tempo, essere invisibile, scrutare i gesti altrui e mantenere le distanze.

L'unica soddisfazione di Vivian è una Rolleiflex con la quale poter osservare e fotografare momenti che lei non vivrebbe.

È il solo gesto con cui Vivian Maier trova il suo vero posto nel mondo: stringere al ventre la sua macchina fotografica e rubare istanti a sconosciuti.

 

"Io mi auguro" disse Jeanne prendendole il volto tra le mani" che tu sia sempre tormentata dalla curiosità. Guarda le cose che vedono tutti, ma guardale in modo diverso da come le vedono gli altri. E sìì sempre fedele a te stessa. "

la piccola farmacia letteraria di elena molini

Siamo a Firenze, qui abita Blu con altre ragazze in un piccolo appartamento. Blu è una ragazza spensierata, creativa e piena di risorse. Ama molto leggere e questo diventa  il suo lavoro: libraia di una libreria indipendente.

Ma la vita è difficile per una piccola libreria indipendente, finché Blu, grazie all'incontro con un ragazzo, che sembra essere uscito dalle pagine del "Grande Gatsby , riesce a trasformare la sua libreria in una "Piccola farmacia letteraria."

I libri si trasformano in "farmaci", con tanto di indicazioni terapeutiche e posologia, per curare l'anima delle persone.

Blu riesce, in questo modo, a dare slancio alla sua libreria e a rinnovare la sua vita in modo sorprendente!

 

"Questo libro è per chi ha perso il treno che aspettava da tutta la vita. Ha pianto, si è rialzato e se l'è fatta a piedi. Per chi voleva scappare da se stesso, ma alla fine si ritrovava sempre, e anche per chi si sentiva fuori tempo massimo e invece ha piazzato un bel goal al novantesimo."

Elena Molini

 

Se volete saperne di più su questa libreria, eccovi il link del sito:

https://www.piccolafarmacialetteraria.it/

 

TUTTO CHIEDE SALVEZZA DI DANIELE MENCARELLI

Mi piace come scrive Daniele Mencarelli, e' uno scrittore, che va dritto al cuore, senza mezze misure. Reale e profondo.

Un poeta - scrittore con una grande sensibilità e una forte consapevolezza di se stesso.

In questo suo secondo romanzo autobiografico, Daniele, parla della sua instabilità emotiva che lo porta a manifestare la sua rabbia rischiando di compromettere la vita del padre.

Di seguito, il ragazzo allora ventenne, viene rinchiuso per una settimana nel reparto di psichiatria e sottoposto al trattamento TSO: trattamento sanitario obbligatorio.

In questo posto, conosce persone che come lui, fanno fatica ad inserirsi nella società e ad accettarla.

Sono dei reietti: cinque uomini ai margini del mondo. Accomunati dal ricovero e da un caldo insopportabile, impareranno a dare un senso a quei giorni, a combattere l'indifferenza dei medici e a cercare un senso di fratellanza tra di loro.

 

Un libro che " urla " per la sua potenza evocativa e per lo sguardo che va al di là delle apparenze. Straordinario!

 

"Bastava talmente poco. Bastava ascoltare, guardare negli occhi, concedere. Perché per loro non eravamo degni di essere ascoltati.

Perché i matti, i malati, vanno curati, mentre le parole, il dialogo, è merce riservata ai sani. 

Questo abbrutimento è la scienza? Non aprirsi mai alla pietà, svuotare l'uomo sino a farlo diventare un ingranaggio di carne. Sentirsi padrone di tutte le risposte.

E' questa la normalità? La salute mentale?

La vera pazzia è non cedere mai. Non inginocchiarsi mai. 

(...) Vivrò da infelice, prima o poi il dolore avrà la meglio, ma non siete voi quello che voglio diventare

Quel che affidiamo al vento di Laura imai messina

In Giappone, c'è un posto che si chiama la Montagna della Balena, in cui c'è un immenso giardino chiamato Bell Gardia.

In mezzo è installata una cabina, al cui interno ospita un telefono non collegato, che trasporta le voci nel vento. Da tutto il Giappone, ogni anno, ci son persone che s'incamminano per andare a parlare con i propri defunti.

Questo telefono è stato messo dal proprietario del giardino in ricordo delle persone che sono state spazzate via dallo tsunami.

Yui, una radiocronista, sentendone parlare alla radio, decide di andarlo a vedere, perché anche lei come altri, nello tsunami ha perso la madre e la figlia. Qui fa conoscenza con varie persone, alle quali sono venute a mancare dei parenti, tra cui Takeshi, un medico che vive a Tokyo e ha una bimba di quattro anni, muta dal giorno in cui è morta la madre.

Per Yui, inizierà un periodo di grande smarrimento, ma anche di ripresa. Un lungo viaggio verso la rinascita.

 

 Un libro che mette in discussione vari argomenti, non sempre facili da sostenere. Intimistico e profondo.

piu' forte di ogni addio di enrico galiano

Una storia strana, quella tra Michele e Nina quando si incontrano sul treno che li porta a scuola. 

Michele, un ragazzo non vedente, sente un giorno, qualcosa di diverso sul treno. Avverte una fragranza particolare che lo colpisce e va alla ricerca di quella scia.  

E' di Nina questo profumo.

Nina darà l'inizio ad un turbinio di emozioni che porteranno al ragazzo a percepire un nuovo modo di vivere e di " vedere " la vita. E a Nina, di capire che l'amore per essere tale, deve avere il coraggio di essere vero e sincero.

 

Una scia di giovinezza che pervade nell'aria, mentre lo si legge. Consigliato!

 

"È che ogni giorno che passa mi rendo conto che praticamente tutti avrebbero bisogno di coraggio. Glielo vedi negli occhi che hanno un progetto che non hanno ancora trovato il coraggio di realizzare, un ragazzo con cui non hanno trovato la forza di provarci o, come me, qualcosa da andare a dire a qualcuno, e che non ci sono mai riusciti.»

 

qualcosa c'inventeremo di giorgio scianna

Mirko e Tommaso sono due fratelli che vivono a Milano. Da poco hanno perso in un incidente i loro rispettivi genitori ed ora sono sotto la tutela dello zio Eugenio.

Mirko bada al fratello più piccolo, tutto sembra andare liscio, i ragazzi continuano ad andare a scuola, ad avere dei buoni voti e a fare sport. Nessuno dei due parla mai dei loro genitori e di quello che è successo, c'è una specie di patto tra di loro.

Mirko in tutto ciò, vuole fare una pazzia, decide di mentire a suo zio per andare a Madrid a vedere la finale di Champions con i suoi amici e per stare con Greta.

Facendo così, riuscirà a mettere in repentaglio la sua vita.

 

Un bel libro. Si parla di libertà, di amore e di indipendenza.

lena e la tempesta di alessia gazzola

Lena è una giovane illustratrice, in un profondo periodo di smarrimento e di confusione con un pesante passato alle spalle.

Senza lavoro, decide di tornare a Levura, per dare una svolta ai suoi giorni privi di entusiasmo.

E' una decisione che fa male, ma è l'unica soluzione da prendere, dato che in quel posto, Lena ha una casa a disposizione regalatale dal padre.

Decide di affittarla e di ricavarne un po' di soldi, ma i ricordi non la lasciano in pace e la tempesta interiore è sempre più accesa.

Sarà dura combattere contro questo groviglio che brucia dentro, ma sull'isola, la ragazza deciderà di reagire per rifiorire nuovamente.

 

Un romanzo con una protagonista che deve fare i conti con se stessa,con  il proprio passato e un pesante segreto. Un libro che profuma di mare, di colori, di sapori e di segreti.

 

la regola dei pesci di giorgio scianna

Lorenzo, Anto, Ivan e Roberto, decidono di partire per la Grecia, durante le vacanze estive. 

Dopo la vacanza, nessuno sa più niente di loro: disattivati i cellulari, nemmeno un post su Facebook.

Come un piccolo gruppo di pesci, hanno cambiato rotta all'improvviso, muovendosi verso le acque più profonde. 

Solo Lorenzo ritorna a casa dopo un lungo vagare. E' disorientato e si chiude in un mutismo, fino a che...

Un libro che parla di giovani disorientati e annoiati. Sono ragazzi in cerca di loro stessi, di una loro identità.

 

 

la libreria dei piccoli segreti di corinne savarese

Aurora, possiede una deliziosa libreria per bambini a Fabriano nelle Marche.

Il suo scopo è renderli felici, leggendo loro avventure e storie magiche, insieme a Damiana, un'energica e scoppiettante baby-sitter.

L'esistenza di Aurora, sembra andare nel verso giusto, ma ogni tanto, i demoni del passato tornano a bussare e sono strazianti per il cammino della libraia.

Allora, in soccorso arrivano, i piccoli lettori, in particolar modo Virginia e Lilla, due bimbe bisognose d'affetto.

Grazie a loro e ad altri personaggi, Aurora, ritrova la voglia di lasciarsi alle spalle un passato doloroso, voltare pagina e aiutarsi con il potere delle fiabe.

 

 "Lei vedeva il cuore delle persone. Le loro tristezze, le loro sofferenze. Le avvertiva, le toccava con le dita. Il suo dono era quello di possedere un'eccezionale empatia e l'avrebbe usata per arrivare alle loro anime, per curarle con la sua magia. Lei era portatrice di messaggi. E lo faceva attraverso le fiabe."

 

Un libro piacevole, in cui le fiabe, certe volte, riescono a sanare le ferite del passato e dipingere la vita con nuovi colori.

 

cose piu' grandi di noi di giorgio scianna

Milano, anni Ottanta. Gli anni di Piombo.

Marghe ha 18 anni, è stata arrestata per favoreggiamento ad attività terroristiche. Esce dal carcere sotto il consiglio del suo avvocato, dissociandosi dal gruppo armato in cui si è trovata coinvolta e viene messa agli arresti domiciliari.

Marghe sarà una pentita, nonché una traditrice per il gruppo. 

Inoltre, non si capacita di essere agli arresti e vorrebbe ritornare in carcere, quello è il suo posto. Paolo, il papà di Marghe, non si arrende e cerca di tutto per farla stare bene nel monolocale, mentre Martino, suo fratello più piccolo, farà di tutto per risollevare sua sorella da questo periodo particolare.

Sarà grazie a lui, che Marghe si ritroverà a combattere, ma questa volta, per una giusta causa.

 

Un libro che ho apprezzato molto per la storia dell'epoca e per le vicissitudini della protagonista.

Molto bello! Consigliato!

confidenza di domenico starnone

Pietro, un professore di lettere, sta  vivendo con Teresa, una sua ex alunna, un amore conflittuale e passionale.

Dopo l'ennesimo litigio, a lei viene un'idea un po' bizzarra, da proporre ad entrambi, ovverosia, di farsi raccontare qualcosa di " proibito ", qualcosa di cui si vergognano e che non hanno il coraggio di confessare a nessuno.

Si racconteranno e si lasceranno poco dopo questo esperimento.

Pietro, con il passare del tempo, incontra Nadia, e s'innamora all'istante. Nadia è mansueta e dolce, incline alla famiglia e Pietro decide di sposarla.

Pochi giorni prima delle nozze, però, Teresa magicamente ricompare. E con lei l'ombra di quello che si sono confessati a vicenda, quasi un avvertimento: «Attento a te».

Da quel momento in poi la confidenza che si sono scambiati lo seguirà ovunque, come un avvertimento...

 

Un romanzo intimistico e un po' contorto, in cui, le relazioni vengono messe a soqquadro.

 

 

cercami di andre' aciman

Ecco, il romanzo tanto atteso di André Aciman, che dopo " Chiamami con il tuo nome ", si apre con l'incontro casuale su un treno tra un professore di mezza età e una giovane donna: lui è Samuel, il padre di Elio, sta andando a Roma per tenere una conferenza ed è ansioso di cogliere l'occasione per rivedere suo figlio, lei è Miranda, una fotografa, ribelle ed impulsiva. Tra i due nasce un'attrazione fortissima, che li porterà a mettere in discussione tutte le loro certezze.

Anche per Elio il destino ha in serbo un incontro inaspettato a Parigi, che potrebbe assumere i contorni di un legame importante.

Nulla può far sbiadire in lui il ricordo di Oliver, che vive a New York una vita apparentemente serena, è sposato e ha due figli.

Un seguito, che ho aspettato a lungo, ma invano. Questo libro, purtroppo, non mi ha convinta. Troppi personaggi,troppi dialoghi noiosi, secondo me, l'autore non è riuscito nell'intento.

Il ritorno di Elio ed Oliver, è solamente, accennato. Poche pagine, poco pathos per questo amore così intenso.

Secondo me, un vero peccato!

lo stato dell'unione di Nick HORNBY

Tom, critico musicale disoccupato, e Louise, gerontologa, sono sposati da anni e pensano di avere costruito una relazione solida, finché un «piccolo sbaglio» non li spinge sull’orlo della rottura. Andare da una consulente matrimoniale sembra essere l’unica soluzione. Prima di ogni seduta, per mettere a fuoco i punti salienti di cui discutere, marito e moglie si incontrano al pub. Ed è proprio qui, al solito tavolo, davanti a una birra e a un bicchiere di vino, che i due sviscerano il loro rapporto in un fitto, divertentissimo dialogo botta e risposta.

Hornby, come sempre, centra l'obiettivo! Divertente ed acuto.

un anno di scuola di giani stuparich

Trieste, 1909. Liceo Dante.

La storia di Edda Marty, che da Vienna va a vivere a Trieste. E' una ragazza, indipendente, anticonformista e libera. Riesce a superare vari esami per iscriversi all’ ottavo anno del ginnasio in uno storico istituto solo maschile. Unica ragazza, tra venti allievi maschi, Edda, dovrà vedersela con un mondo maschile, ma soprattutto, con i primi amori, quello con Giorgio Antero.

Un amore schivo e tumultuoso.

In questo libro si parla di giovani emozioni adolescenziali e voglia di riscatto in una Trieste di inizio secolo.

 

l'isola di giani stuparich

La storia di un figlio che accompagna il padre in quello che sarà l’ultimo viaggio di un vecchio uomo di mare, malato e prossimo alla morte.

La meta è Lussino, l’isola istriana (oggi in Croazia) che la famiglia ha lasciato per stabilirsi a Trieste. 

Un libro emozionante che ripercorre gli ultimi momenti di vita del padre insieme al figlio. Silenzi e pensieri non detti, fianco a fianco, sull'isola mai

dimenticata dal padre nostalgico.

 

una domenica di fabio geda

Un uomo, da poco rimasto vedovo, ha preparato con cura un pranzo di famiglia. È la prima volta. Ma una nipote ha un piccolo incidente e l'appuntamento salta. Preoccupato, con addosso un po' di amarezza, l'uomo esce a fare una passeggiata. E conosce Elena e Gaston, madre e figlio, soli come lui. Si siederanno loro alla sua tavola, offrendogli la possibilità di essere padre, nonno, in modo nuovo. Trasformando una normale domenica di novembre nell'occasione per riflettere sulle imperfezioni dell'amore, sui rimpianti, sulla vita che resta.

addio fantasmi di nadia terranova

Ida è stata chiamata da sua madre a Messina per aiutarla a ristrutturare l'appartamento di famiglia per poi metterlo in vendita. La ragazza, è da tempo che non fa ritorno al paese, ma soprattutto, nell'appartamento, nel quale sono annidati troppi ricordi sospesi.

Ventitré anni prima suo padre è scomparso. Non è morto: semplicemente una mattina è andato via e non è piú tornato. 

Con la mancanza del padre tutto è cambiato, Ida e sua madre sono cresciute nell'attesa, nella speranza, ma anche nella paura e nel nulla.

Domande senza risposte, silenzi e solitudini. 

Ma ora che la casa d’infanzia la assedia con il suo passato,lei deve trovare un modo per far uscire il padre di scena e ritrovarsi per rinascere senza più ossessioni e colpe inutili.

Il cammino è faticoso, ma Ida, sa cosa deve fare...

Un romanzo che ho letto ed assaporato lentamente, non sempre facile e lineare, a volte " pesante ", comunque profondo e suggestivo.

 

"Ein augenblick: passiamo l'esistenza a sbattere ciglia e poi un battito, uno solo fra tanti, cambia direzione e scompiglia ciò che siamo."

L'inverno di giona di filippo tapparelli

Giona, un ragazzino adolescente, vive isolato insieme ad Alvise, suo nonno, in un posto di montagna sperduto e cupo.

Un luogo pesante, sordido e violento, come la personalità di Alvise, uomo dispotico e crudele.

Giona cresce con quest'uomo, dato che i genitori son morti, facendo per lui i mestieri più impensabili sotto l'afflizione e la cattiveria del nonno.

Un giorno, però, Giona si ribella e cerca di liberarsi dalle grinfie di Alvise...

Riuscirà nel suo intento? Veramente, Giona sta vivendo questo inferno?

Solo leggendo questo meraviglioso libro, potrete capirlo.

Un libro inquieto e crudo.  

Un romanzo che entra nelle viscere e ti lascia lì... senza parole.

 

"I ricordi fanno male ma non uccidono, Giona. Sei stato coraggioso. Sei ancora vivo."

le ultime lezioni di giovanni montanaro

Jacopo, è un ragazzo adolescente che studia al Liceo Classico di Venezia. Apprezza le lezioni di letteratura del professore Costantini, un tipo un po' retrò, ma curioso e colto.

Poi a Costantini muore improvvisamente la moglie e si ritira dall’insegnamento, rifugiandosi nella sua casa sull’isola di Sant’Erasmo con la figlia disabile.

Del professore non si hanno più tracce, a parte una volta, quando un compagno di scuola di Jacopo, l'ha visto malconcio e depresso.

Jacopo finisce la scuola e intraprende gli studi universitari, ma c'è qualcosa che lo porta a pensare a quell'insegnante così singolare e diverso...

Finisce che lo ritrova, proprio mentre sta attraversando un momento delicato: ha da poco rotto con Alice e sta per finire gli studi di Economia senza sapere cosa fare dopo. Quell'incontro lo porta a trovare se stesso e a scrivere il suo destino.

Un libro che narra di scelte, di paure e di cambiamenti radicali.

 

Lui le leggeva tutto,le raccontava tutto. Storie a lieto fine,storie tragiche. Sfregi e salvezze, umiliazioni e riscatti, bene e male, cielo e inferno, morte e solitudine. Non aveva paura di leggerle niente. 

Lui doveva raccontarle la vita perché la vita non l'aveva voluto fare.

 

 

il ladro di giorni di guido lombardi

Salvo non vede suo papà da sei anni, da quando lo hanno messo in carcere per scontare una pena, della quale, il ragazzo non sa di che cosa si tratta.

Nel frattempo, muore la mamma, mentre Salvo va ad abitare con gli zii e il cugino a Trento.

Cerca di vivere una vita normale, ma le domande sono tante e non hanno risposte.

Ora Vincenzo, il padre,  è uscito di prigione, ha raggiunto il figlio dagli zii in Trentino e vuole che l’accompagni fino a Bari, dove ha una missione da compiere.

La storia di un padre e un figlio che hanno quattro giorni di tempo per attraversare l’Italia e conoscersi. 

Un tempo per Salvo, per capire suo padre e per trovare il coraggio di tuffarsi nella vita insieme a lui.

Un viaggio on the road verso il Sud per capire che " l'amore" è l'arma più potente che ci sia tra gli esseri umani e che la sincerità, è il trampolino di lancio per un nuovo futuro.

Un libro coinvolgente, incalzante e schietto.

la ragazza che leggeva nel metro' di Christine Féret-Fleury

Tutti i giorni, a Parigi, Juliette prende il metrò: stessa ora, stessa linea.

Quando non è troppo assorta in un romanzo, ama perdersi a osservare i lettori intorno a lei. Li guarda con curiosità, come se dai loro gusti letterari potesse entrare in qualche modo nella loro vita e dare colore alla sua, così monotona, così prevedibile. Fino al giorno in cui decide all'improvviso di scendere qualche fermata prima e fare una strada diversa dal solito per andare al lavoro: un cambio di rotta che la porterà a conoscere Soliman, che vive circondato di vecchi volumi ed è convinto che un libro, se donato alla persona giusta, può cambiare il corso del destino e all'esuberanza della sua figlioletta Zaïde. 

Così Juliette, deciderà di rischiare, si metterà in viaggio per vivere un'esistenza con più entusiasmo e lasciarsi trasportare dalla magia dei libri.

 

la tua seconda vita comincia quando capisci di averne una di raphaelle giordano

Mi sono accorta che ultimamente sto leggendo libri un po' troppo seri ed elaborati, così quando in una recensione ho sentito parlare di questo, mi son detta: " Ma sì, vada per questo che mi sembra un romanzo leggero, ma anche vivo ed acuto."

Sta di fatto che mi sono data alla lettura di: " La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola."

Già il titolo dice tutto, no? Nella mia testa mi son fatta un po' di domande: perché questo titolo? Non sarà il solito romanzo strappa lacrime insulso? Oppure, la medesima storia d'amore?

E no, invece, mi sono sbagliata...

Ho scoperto un delizioso racconto di "self-help" ovvero sia, un libro di auto aiuto con una storia che potrebbe essere la nostra.

Camille è in crisi con se stessa: non riesce più a sorridere, continua a litigare con tutti, sente meno emozioni, fino a che, non incontra per caso ( non è mai per caso) Claude, un abitudinologo.

Chi sarà mai? 

"Sogno che ognuno possa imparare a conoscere i propri talenti ed essere responsabile della propria felicità.

Perché non c'è nulla di più importante che vivere una vita all'altezza dei nostri sogni di bambini..."

Buona strada,

Raphaelle 

 

la lettrice di checov DI GIULIA CORSALINI

 Nina è una donna ucraina, di lingua russa, che arriva in Italia per accudire una signora anziana. Nel suo paese ha lasciato il  marito malato e l'amata figlia Katja, che si sta laureando in medicina e con la quale i rapporti non sono proprio idilliaci.

 Nina è una donna che ama leggere, soprattutto, tutto ciò che riguarda la scrittura di Checov e così decide di frequentare  l'istituto di slavistica dell'Università cittadina per migliorarsi e per non sentire la solitudine che sta crescendo.

 Qui conosce il professore di Lingua e Letteratura russa, Giulio De Felice, che le offre un contratto temporaneo di docenza,  per cui da badante diventa la sua assistente relativa agli studi sullo scrittore russo a lei tanto caro.

 Il rapporto tra Nina e De Felice, si fa lentamente, sempre più vivo, ma inespresso, quasi sospeso... Dopo varie disgrazie,  Nina ritorna nel suo Paese per recuperare gli anni persi con sua figlia.

 Segue un periodo di silenzio, improvvisamente interrotti da un invito di De Felice che reclama la presenza di Nina a un convegno su Čechov. 

Un libro nostalgico che sottolinea la grande capacità di Nina di sapersi adattare, cambiare e non rinunciare ai propri sogni, nonostante la sofferenza e la solitudine che l'hanno accompagnata in questo viaggio verso se stessa.

 

la scuola di herman koch

Siamo ad Amsterdam, in un quartiere ricco e benestante, con persone altrettanto ricche e benestanti. Tutto sembra essere perfetto, ma solo all'apparenza. In questa città, c'è un Liceo, molto famoso, il cosiddetto "Liceo Montanelli"nel quale, tutti sono fatti tutti della stessa pasta: tipi con genitori artistici, pittori e scultori..

Il nostro protagonista, è un adolescente ribelle e senza peli sulla lingua, infatti è lui che descrive gli ambienti, le strade, le famiglie dei compagni, la spudoratezza e la vigliaccheria del padre che ha un'amante,la malattia e la morte di sua madre, l'arrivo di Jan Wildschut, un ragazzo con problemi mentali, e... 

Un racconto spietato e diretto,un romanzo breve che descrive una società ottusa e falsa. Un libro che vi sorprenderà...

 

Quello che vorrei io è il silenzio completo, come un film muto, che nessuno ti chieda più cosa vuoi dalla vita, o a cosa ti ribelli, o cosa vuoi fare da grande, o se sia tutto a posto.. Che finalmente chiudano tutti il becco e, quando non si sente più volare una mosca, che l'eroe si alzi dalla sedia e compaia soltanto una scritta: " Si volta un'altra pagina. Ora lui penserà ai prossimi passi. Ha ancora tutta la vita davanti."

 

 

 

amore di hanne orstavik

Dopo il romanzo, “A Bordeaux c’è una grande piazza aperta”, letto l'anno scorso, mi sono addentrata in questo ultimo romanzo dell'autrice norvegese.

La scrittrice, anche in questo libro, ha una scrittura incalzante, perché si sofferma su dettagli, emozioni e sensazioni in varie sfaccettature dei suoi personaggi e dell'ambiente in cui vivono.

In questo testo, la narratrice fotografa l'andamento di una serata tra una madre e un figlio. 

Una madre che ama leggere e farsi bella, un figlio che aspetta la torta e un trenino per i suoi nove anni.

Un rapporto assente e solitario.

Il tutto, durante una serata, in cui tutto viene capovolto.

Un romanzo che vi sorprenderà!

 

"Può succedere che accada qualcosa in te senza che tu lo sappia. Un incontro può mettere in movimento delle cose e solo più tardi capisci che è successo qualcosa, che sei cambiato. Devi essere sempre umile e pensare che non puoi prevedere tutto."

 

 

il selvaggio di francesco vidotto

Il libro ci parla di Roberto, che dopo un viaggio in America e segnato da un terribile incidente che ha colpito una ragazza per lui speciale, comincia a non sentirsi più bene nella sua vita attuale,  così decide di ritirarsi in una baita solitaria del Trentino imparando a vivere di ciò che la natura offre.

Limita al minimo i suoi contatti con la civiltà sino a quando un evento inaspettato lo catapulta al centro dell’attenzione e lo rende celebre, ma la sua natura selvaggia lo richiama nuovamente a sé. 

 

"Il suo anno di solitudine gli aveva insegnato ad ascoltare se stesso e non solo. Gli aveva insegnato ad ascoltare le voci della natura, lassù, di notte, quando tutto tace e ha inizio il più bel concerto che orecchio umano abbia mai ascoltato. Solamente l'ululato dei lupi, l'abbaio dei camosci, gli scricchiolii degli alberi, il frusciare del vento, il silenzio dei monti. Non si tratta di semplici rumori, ma di storie. Storie che raccontano di amori veri, di fratellanza allo stato puro, storie che raccontano di fede."

almarina di valeria parrella

Elisabetta Maiorano, è un'insegnante di matematica che opera nel carcere minorile di Nisida da parecchi anni. Ha cinquant'anni, un po'depressa e vedova, e ogni giorno una guardia le apre il cancello chiudendo Napoli alle spalle: in quella piccola aula senza sbarre lei prova a imbastire il futuro dei suoi alunni.

Un giorno, però arriva Almarina, un'allieva nuova, che con lo studio cerca di riscattarsi da una vita misera e violenta. Da questo incontro, la vita della professoressa comincerà a cambiare.

Un racconto di due donne sole e malinconiche che si salvano a vicenda.

 

la trilogia della patria: l'anima della frontiera, l'ultima patria e la terra promessa di matteo righetto

Perché leggere la Trilogia della patria di Matteo Righetto?

Perché questi libri narrano le complicate vicissitudini della famiglia De Boer, tra l'altopiano di Asiago e la Val Brenta, in particolar modo di Jole, la primogenita, una ragazza rivoluzionaria, intrepida e selvaggia. Raccontano storie di contrabbando, di banditi, di emigrazione, di soprusi, di riscatto e di un lungo viaggio; nonché di una nuova esistenza lontano dal Veneto.

Mi è piaciuta la Trilogia, soprattutto, per Jole: per la sua forza, per la sua determinazione e anche per la sua fragilità. 

 

"La speranza non è la certezza che qualcosa andrà bene, ma la consapevolezza che quel qualcosa debba essere fatto, comunque vada"

semplicemente perfetto di jostein gaarder

Il nuovo libro di Jostein Gaarder, affronta uno dei temi cardine della filosofia e della scienza di ogni epoca: cos’è l’uomo, con la sua estrema finitudine e transitorietà, rispetto all’infinitezza e all’eternità dell’Universo? Albert, il protagonista del romanzo, deve decidere se vivere o morire. Infatti, una diagnosi ha spezzato la sua serenità ed ora non sa cosa fare, non sa come dirlo alla sua famiglia. Così decide di scrivere e riordinare con l'aiuto della scrittura la sua esistenza.

Un libro sull'esistenza, sull'importanza dei valori e della famiglia.

 

"Il fatto è che in realtà non siamo mai: c'è soltanto  il divenire, perché non c'è nulla al mondo che duri."

 

 

paolina di marco lodoli

Questa è la storia di Paolina, ragazza di quindici anni, solitaria, malinconica e sensibile.

Paolina ha solo un grande problema e non sa come affrontarlo: è incinta...

Con molta lucidità, Paolina decide di capire durante l'arco della giornata cosa fare con questo bimbo e parlarne con gli eventuali ragazzi con cui è stata.

Nessuno la può aiutare, nessuno la può comprendere se non lei stessa. 

Un libro molto profondo e malinconico, con una scrittura limpida e toccante, Lodoli mi ha incantata, con le sue parole poetiche.

 

"Io ho avuto troppo poco, per questo sono inutile e intelligente, pensa Paolina. Intelligente a modo mio,qualcosa che forse somiglia alla stupidità perché non so mettere i pensieri in fila, ma non importa, io vedo.

Chi mette i pensieri in fila è solo un professore, chi vede è uno studente, ma non uno studente della scuola."

 

 

fedelta' di marco missiroli

La fedeltà del titolo nasconde l’infedeltà, non solo nelle nostre relazioni, ma anche nel modo di vivere: quanto siamo fedeli a noi stessi? Questa è la domanda che ripercorre tutto il romanzo e che mette in crisi Carlo e Margherita i protagonisti del romanzo, ma, anche i lettori stessi.

Eccovi, l'intervista fatta allo scrittore. 

http://www.letteratura.rai.it/articoli/marco-missiroli-fedelt%C3%A0/43127/default.aspx

 

...seppe che la nostalgia si portava dietro la tenerezza.

 

 

RUGGINE DI ANNA LUISA PIGNATELLI

Questo libro narra l'emarginazione e la solitudine di Gina, un'anziana donna, respinta da tutti e rinchiusa tra le mura della sua casa.

Gina ha solo un grande amore: Ferro, il suo gatto, schivo e libero come lei.

Lei non è come le altre, ha un grande dolore che le soffoca il petto, che l'attanaglia di giorno e di notte, ed è Loriano, quel figlio avuto dal marito Neri, così strano e violento, oscuro e nullafacente, rinchiuso in una casa di cura.

Nonostante ciò, sfida e combatte tutti, i quali la vorrebbero chiusa in un ospizio, ma lei non demorde, e cerca di seguire la sua libertà.

Un libro potente che graffia l'anima, la interroga e la lascia inerme. 

BYE BYE VITAMINE! di Rachel Khong

Dopo la fine della sua relazione con Joel, Ruth ritorna a casa per aiutare sua madre in un momento molto particolare della loro vita: suo padre Howard, un autorevole professore di Storia, sta lentamente perdendo la memoria e fa delle cose incomprensibili. Comincia così un anno, in cui Ruth, racconta giorno dopo giorno in un diario, la sua nuova esistenza vicino al padre. Con la complicità di Theo, uno studente del padre, organizza un finto corso di studi per permettere a Howard di insegnare ancora; e scopre un taccuino in cui suo padre ha trascritto i momenti più belli e indimenticabili di Ruth bambina.

 

"Che oggetti d'amore imperfetti siamo, e che imperfetti donatori. I motivi per cui ci prendiamo cura l'uno dell'altro possono non avere niente a che fare con la persona di cui ci prendiamo cura, c'entra solo come eravamo noi insieme a quella persona. "

 

OTTANTA ROSE MEZZ'ORA di Cristiano Cavina

Questo libro, è insolito, perché provoca e non ti lascia fino alla fine.

E' un romanzo che non vedi l'ora di prendere in mano per continuare a leggerlo e per scoprire che...

Racconta la storia di un incontro fulmineo, di sguardi e di passioni, di voglie pericolose e spinose.

E' una vicenda intricata ed eclatante, fuori comune, sinuosa e sorprendente fino alla fine.

Sei pronto/a a conoscerla? 

Allora saltaci dentro e gustatela fino in fondo.

Buona lettura!

 

"Ovunque fosse andata, avrebbe potuto contare sempre sul proprio coraggio. Quello non ti abbandona, resta con te anche alla fine del mondo."

DENTRO SOFFIA IL VENTO di Francesca Diotallevi

Fiamma prepara decotti per curare ogni malanno che diventano delle pozioni magiche per gli abitanti del borgo di Saint Rhèmy. Tutti hanno paura di lei, delle sua vita desolata nel bosco e della sua storia. L'unico, che per anni le è stato vicino, è Raphaël Rosset, ma ora se n’è andato. Raphaël, quando era ancora un bambino sparuto, le aveva parlato normalmente, come si fa tra ragazzi ed era diventato col tempo il suo migliore e unico amico. Poi, a ventuno anni, in un giorno di sole era partito per la guerra e non era più tornato. 

Ora, deve fare i conti con l'ignoranza e la cattiveria del piccolo paese e del fratello di Raphael, Yann...

Ma, all'improvviso qualcosa cambierà nella vita di Fiamma, qualcosa di magico per lei...

Un libro per chi crede nella magia, nella gentilezza e nella diversità.

MIA REGINA di Jean Baptiste Andrea

Provenza. Estate del 1965.

Shell, è un dodicenne un po' particolare che vive su un suo mondo fatto di fantasia e di solitudine, a scuola, non ci va più, perché aveva dei "problemi". Quindi, suo padre, decide di portarselo a lavorare presso la sua stazione di servizio. Ma un giorno, dopo che ha quasi appiccato il fuoco alla pompa di benzina, i suoi genitori discutono di metterlo in un istituto per ragazzini "speciali". Shell, sentendo ciò che hanno detto i suoi genitori, decide di scappare per andare in guerra e combattere i nemici. Lui non sa che la guerra è lontana e dopo varie peripezie si installa in un ovile abbandonato sull'altopiano. E qui, che conosce Viviane, una ragazza bellissima e vivace, che con la sua intraprendenza gli farà vivere alcune avventure rocambolesche sul filo dell'immaginazione e dell'assurdo. 

Una speciale storia d'amicizia e di conoscenza. 

 

" Sono la regina."

La regina di cosa, le ho chiesto. Lei ha allargato le braccia.

" Di tutto quello che vedi."

" L'altopiano?"

" L'altopiano."

" Anche le montagne?"

" Anche le montagne. Sono la regina dell'altopiano e delle montagne. Vuoi servirmi?"

" Sì, so fare il pieno."

Lei è scoppiata a ridere e ho riso anch'io, non so perché. Non avevo mai avuto un'amica prima, mi sa che significava questo 

l'amicizia.

CROONER di Kazuo Ishiguro

Venezia, una gondola al chiaro di luna, la voce calda del vecchio crooner Tony Gardner, che un tempo ammaliava le folle e un amore che sfuma lentamente...

Un racconto d'amore a suon di jazz. 

 

NAPOLI MON AMOUR di Alessio Forgione

Un libro che mi ha conquistata subito per la bellezza della copertina, e poi, per la sua storia.

Amoresano, il protagonista si chiama così, è un ragazzo disoccupato di trent'anni, che vive a Napoli.

Trascorre le sue giornate girovagando nella sua amata città, guardando le partite di calcio, chiacchierando con Russo, il suo amico, fino a notte fonda, sorseggiando birre e fumando sigarette in ogni istante.

Amoresano, sembra una ragazzo come tanti altri, ma è un disadattato, incapace di amalgamarsi ai giovani d'oggi, al loro vivere e al loro pensare.

Ha due lauree,un passato lavorativo sulle navi da crociera, e ama scrivere racconti ed ora, non trova un lavoro e campa con i soldi che ha guadagnato in questi anni. Un giorno, però, incontra Nina, una giovane ragazza universitaria, che lo riaccende di nuove passioni e lo scuote dal suo torpore quotidiano.

Un romanzo intenso e malinconico, in cui l'amore e la solitudine fanno da cornice in una Napoli romantica e caotica.

 

 

UNA DONNA di Annie Ernaux

Mi ha conquistata Annie Ernaux con la sua scrittura semplice, poetica ed essenziale.

Una scrittrice, di cui non avevo letto nulla, e quindi, una piccola sorpresa per me.

Anne, in questo libro, descrive la vita di sua mamma nei minimi particolari: dall'infanzia, all'età adulta, fino alla malattia.

Un rapporto conflittuale e complesso, ma di grande tenerezza.

La malattia della madre, che ha l'Alzheimer, porterà l'autrice a starle più vicino e a prendersene amorevolmente cura. 

Un libricino che incanta.

 

IL GIRO DELL'OCA di Erri De Luca

Dialogando con il figlio mai avuto, un uomo ripercorre la sua esistenza. Un racconto profondo e tenero, quello di Erri,  a questo figlio mancato. Ecco, che l'autore parla dell'infanzia napoletana, la nostalgia della madre e del padre,dei suoi vari lavori, il bisogno di andare via, di seguire la propria libertà, dei suoi amori, e...di altro ancora.

Un Erri che emoziona ...

LA LIBRERIA DI ZIA CHARLOTTE di Thomas Montasser

Valerie, è una neolaureata in economia aziendale e minimamente, avrebbe pensato di gestire la libreria di sua zia, misteriosamente scomparsa.

Invece, eccola lì, dentro la libreria, zeppa di libri antichi e usati, senza sapere da dove iniziare. Sarà, grazie alla magia di alcuni libri che la porteranno a capire come rilanciare la piccola libreria della zia.

 

"Scoprire un libro significava spiccare il volo liberi dalle incombenze quotidiane e anche strappare la propria vita dal qui e ora, almeno finché durava la lettura, per trapiantarla in un altro luogo." 

 

 

SAL di Mick Kitson

Sal ha tredici anni e non ne può più di essere abusata dal patrigno e di avere una madre alcolizzata. Vuole scappare e proteggere Pepa da questo inferno. Dopo mesi di studi, riesce ad attuare il suo piano, uccide il patrigno e fugge con la sorellina nei boschi. Lì, cominciano a vivere come selvagge: pescano, cacciano...,finché, un giorno, incontrano Ingrid, la quale, come una nonna, le aiuterà a sopravvivere e a dare un senso alla loro vita.

Un libro coraggioso e avventuroso con una scrittura incalzante e dura.

 

 

 

LA LIBRERIA DELLA RUE CHARRAS di Kaother Adimi

Algeri, 1936. Edmond Charlot, ventenne entusiasta, dopo un viaggio a Parigi rientra in patria con una grande idea in testa: fondare una libreria-casa editrice che pubblichi scrittori di entrambe le sponde del Mediterraneo, senza distinzioni di lingua, nazionalità o religione. Così, apre al 2 bis della rue Charras un luogo ibrido e accogliente che presto diviene sede delle mitiche Éditions Charlot, frequentate da aspiranti scrittori come da figure del calibro di Antoine de Saint-Exupéry e André Gide, nonchè da Albert Camus.

Letteratura e storia si mescolano per dare spazio alla libertà di pensiero e di parola.

 "Sarai solo, perché per perdersi e vedere tutto bisogna essere soli. Ci sono città, e Algeri è una di queste , in cui qualsiasi compagnia è di troppo. Ci si passeggia come ci si abbandona alle fantasticherie, con le mani in tasca e il cuore stretto."

LE ASSAGGIATRICI di Rosella Postorino

Siamo nell'autunno del 1943, a Gross-Partsch, un villaggio della Germania. Rosa, ha ventisei anni, ed è arrivata da Berlino, ospite dei genitori di suo marito Gregor, che combatte sul fronte russo. A Berlino, la ragazza era un'impiegata, ma ora, con la guerra diventa all'improvviso una delle dieci assaggiatrici di Hitler, con l'obbligo di assaggiare delle pietanze che verranno poi servite al Führer. Dopo aver terminato il pasto, però, lei e le altre assaggiatrici devono restare per un'ora sotto osservazione in caserma, per accertarsi che il cibo da servire al dittatore non sia avvelenato. Questo cammino la porta a conoscere le altre ragazze, altre vite, altri dolori e un sentimento che la farà sopravvivere a questo inferno.

Che dire di questo libro?

Un libro che mi ha praticamente paralizzata ed assorbita sin dalle prime pagine. L'autrice, dopo varie indagini sulla vera storia di un'assaggiatrice, ne ricava uno splendido romanzo sulla sofferenza, ma anche sulla solidarietà e sulla speranza.

Lo consiglio, vivamente!

CATTEDRALE di Raymond Carver

 

Una raccolta di storie quotidiane, di personaggi tristi, emarginati e depressi. Storie che ti lasciano un po' l'amaro in bocca e senza un finale concreto. Forse, l'unica storia, che dà il titolo al libro, è il resoconto di tutto il romanzo.

Se volete leggere un libro fuori dall'ordinario, questo lo è. Ora, non so, se leggerò altri di Carver, comunque, penso che sia importante, ogni tanto, cimentarsi con libri che non sono nelle nostre corde.

 

 

 

 

IN ESILIO di Simone Lenzi

Come salvarsi se sentiamo che il mondo in cui siamo immersi, tra decadenza e ipocrisie, ci somiglia ogni giorno di meno? La risposta è “In Esilio”, come il titolo del libro.

Persi, estranei e poco inseriti in questa "società"?

Il libro è fatto per voi. Un resoconto, per metà autobiografico di Simone Lenzi, che in questa attuale società non riesce ad integrarsi, soprattutto, ad identificarsi e quindi decide di vivere nel " paesello" come lo chiama lui, lontano dalla città e dal caos. Simone Lenzi, ci racconta il vivere a passo d'uomo, come una volta, nella semplicità e nella lentezza attraverso i ricordi dei suoi avi e altri personaggi che arricchiscono il libro di episodi esilaranti e profondi.

                                        "Are you lost, man?"

IN VIAGGIO CONTROMANO di Michael Zadoorian

Ella e John, due anziani, sposati da anni, decidono di fare un ultimo lungo viaggio sulla loro " Leisure Seeker", un vecchio camper sgangherato. 

Nonostante le preoccupazioni dei figli per la loro salute, Ella e John, partono per andare a Disneyland lungo la Route 66 senza dire niente a nessuno.

Un viaggio "on the road" che li porterà a rivivere momenti indimenticabili, in cui il passato e il presente si insinuano tra i loro ricordi più importanti. 

Un libro avventuroso e nostalgico. Per chi sente il bisogno di staccare la spina e mettersi in viaggio.

 

DUE SIRENE IN UN BICCHIERE di Federica Brunini

Questo libro, narra di un B&B,  su un'isola del Mediterraneo gestito da due donne indipendenti e diverse tra loro. Creano questo alloggio per anime alla ricerca di sé e alla ricerca della felicità.

Ma, non tutti vi possono accedere a questa locanda, anzi, per farne parte e godersi una settimana di relax a base di corsi di yoga, di meditazione, di arte e di cura verso il proprio corpo, bisogna scrivere una lettera alle proprietarie e aspettarne la risposta. Eva, Jonas, Olivia, Lisa e Lara ne faranno parte e per loro sarà una settimana di piccole gioie e di inaspettate sorprese.

Che dire di questo romanzo?

Un libro solare, frizzante, ma anche introspettivo e poetico. Ognuno di noi, prima o poi, vorrebbe trovarsi al B&B delle Sirene Stanche per dare una svolta alla propria esistenza.

A MISURA D'UOMO di Roberto Camurri

Questo romanzo in racconti, ruota intorno a Fabbrico, un piccolo paese dell' Emilia Romagna e delle vicissitudini di vari personaggi: Davide, Valerio e Anela, fulcro del libro. Ma, non solo, anche di Elena e Mario, Maddalena, Luigi e Bice.

Storie ordinarie, eppure, racconti che ti restano dentro e ti rendono partecipi delle vite di queste varie personalità.

Un libro che tocca diversi argomenti: amicizia, amore, morte, cambiamento e rinascita.

LE POCHE COSE CERTE di Valentina Farinaccio

Arturo e il suo mondo. Arturo di vent'anni fa e Arturo quarantenne. Arturo e Atlantide, Arturo e la sua dipendenza. Le scelte di vita e di lavoro in questi anni di esperienze, vengono narrate in maniera dettagliata ed introspettiva.

Una donna, l'autrice stessa, che dà voce ad Arturo, ai suoi pensieri, ai suoi problemi e angosce.

Un libro che descrive la paura di cambiare e di ricominciare una vita nuova.

 

 

LA CASA DEGLI SGUARDI di Daniele Mencarelli

Daniele è un giovane poeta romano. Negli ultimi anni non riesce più a scrivere e a dare uno senso alla sua vita. Sempre più depresso e alcolizzato, decide di chiedere aiuto per sopravvivere. Trova lavoro come operaio addetto alle pulizie all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. All'inizio tutto sembra così difficile da gestire,ma l'incontro con un bambino speciale e con le persone che varcano l'ospedale, che ogni giorno, si disperano e pregano per un miracolo, smuovono l'animo del ragazzo.

Daniele, grazie a questi incontri,ritrova la voglia di vivere e di scrivere. Perché come dice Daniele: "

 

La scrittura esercita una forma di possesso spietata. E' incivile. Maleducata. Non conosce giorno, notte...Per lei non esiste altra ragione che la sua esistenza, su tutto e tutti."

 

Un romanzo che trabocca di emozioni, di vita e di morte. Una storia di rinascita e di resilienza. Un libro da viverlo fino in fondo. Molto bello!

LA VOCE DELLE BETULLE di Eloisa Donadelli

Bernadette, vive apparentemente, una vita tranquilla con suo marito e sua figlia in un paesino montano. Lei è una violoncellista affermata e una madre protettiva e materna, suo marito, invece, è un avvocato.

Un giorno, per caso, trova una un'unghia finta sul pavimento di casa e comincia a farsi delle domande...Da lì a poco, ne trova un'altra nella macchina del marito e da lì in poi il suo mondo comincia a vacillare... Si sente disarmata, trafitta, tradita  e piena di rabbia. Dove sta andando il suo mondo pieno di sogni ? Che cosa le sta succedendo? E, perché le sembra che ci siano altri avvenimenti che le stanno per cambiare la vita? Così per ritrovare se stessa, si rifugia in un bosco di betulle e lì fa la conoscenza di Giosuè, un pastore solitario, un uomo anziano che si è fatto eremita per proteggere i ricordi. In paese lo chiamano «il re delle betulle». Grazie a quell'incontro, Bernadette inizierà a sciogliere i nodi del cuore, a capire la sua vera identità. Solo nel  bosco di betulle, troverà la chiave per spalancare una porta sul suo passato, sulla storia della sua famiglia e sul mistero delle sue origini. 

QUANDO ERAVAMO EROI di Silvio Muccino

Alex ha trentaquattro anni e sta per tornare in Italia dopo quindici anni di assenza per rincontrare i suoi più grandi amici: Eva, Melzi, Torquemada e Rodolfo, abbandonati senza nessuna spiegazione. Alex, sente il bisogno di rivelare la sua improvvisa fuga e così li riunisce nella sua vecchia casa in Umbria. Tempo addietro, formavano un gruppo indissolubile e anticonformista, esseri unici e uniti come alieni precipitati su un pianeta sconosciuto a cui non volevano, non sapevano conformarsi. Poi, qualcosa si è rotto. Ora Alex sta per affrontare il passo più importante della sua vita, ma, prima di chiudere i conti con quel passato, rivelerà ai suoi amici la verità di quella partenza.

Perché, in fondo, la vita è un continuo divenire e le persone cambiano per capire la loro identità, talvolta, fuggendo dalle persone che si amano solo per ritrovarsi.

Un romanzo sull'amicizia e sull'identità. Bello! 

IL FIGLIO PREDILETTO di Angela Nanetti

In un piccolo paese della Calabria, Nunzio e Antonio, due promesse giovani del calcio, si amano in segreto, da due mesi. Una notte d’estate, tre uomini incappucciati e armati trascinano Antonio fuori dall’auto, colpendolo fino a farlo morire, davanti a Nunzio incredulo ed inerme.

Dopo il brutale accaduto, Nunzio, sparisce dal paese, messo su un treno che da Reggio Calabria lo conduce lontano, a Londra. Per lui inizierà una nuova esistenza fatta di incontri che lo porteranno ad avere nuovamente fiducia in se stesso e negli altri. A perdonare e a rinascere.

A interrogarsi sulla vita di Nunzio è anni dopo sua nipote Annina, anche lei, sebbene in modo diverso, si trova a combattere con un padre violento e prevaricatore e con la stessa realtà chiusa del paese, in cui una  ragazza non ha altre possibilità che essere una «femmina obbediente». Così, fuggirà dalla Calabria per esaudire i suoi sogni e per conoscere la verità su suo zio. Un romanzo sulla libertà di essere quello che si è e di non nasconderlo. Da leggere, assolutamente!

 

CATTIVA di Rossella Milone

La maternità, come sfondo, per questo nuovo libro della Milone. Racconta le vicissitudini di una coppia alle prime armi con la loro piccolina, Lucia. In particolare, il libro parla del rapporto tra mamma e figlia, questa mamma che non sa come avvicinarsi alla bimba, come gestire i momenti di sconforto e di gioia. 

Le mamme si ritrovano in queste pagine, si riconoscono fragili e forti. E, perché no, si rimpiange un po' quel periodo, in cui ti sentivi un " tutt'uno " con il tuo piccolo/a. 

Un romanzo feroce e tenero allo stesso tempo. 

 

 

L'ANIMALE FEMMINA di Emanuela Canepa

Narra la storia di Rosita, una ragazza che da Salerno si trasferisce a Padova per studiare medicina. Amante di un uomo sposato da cui non pretende niente, e per mantenersi lavora in un supermercato. Vive una vita senza tanti scossoni ed emozioni, gli unici pensieri sono quelli di riuscire ad arrivare a fine mese e di poter continuare a studiare. Un giorno, fa un gesto gentile, e così la porta a fare la conoscenza dell’anziano avvocato Ludovico Lepore, che la assume come segretaria part time perché lei possa avere più soldi e più tempo per l’università. Dopo poco tempo, inizia a capire com'è l'avvocato, che in realtà non è così gentile e affabile, ma risulta essere un misogino e provocatore, il quale comincia a destabilizzare la vita della ragazza. In tutto questo, Rosita non si perde d'animo, anzi, la sua vita comincia finalmente ad essere viva e palpitante come non mai.

Un romanzo che ti coinvolge, ti intriga e ti lascia senza parole. Molto bello!

A BORDEAUX C'E' UNA GRANDE PIAZZA APERTA di Hanne Ostravik

MI VUOI INCONTRARE

Così incomincia questo romanzo, è possibile incontrarsi? Incontrare l’altro, incontrare se stessi, essere vicini, essere vivi, insieme? 

Si parla di Ruth, un'artista norvegese, del suo rapporto con la vita e con l'amore. Esattamente, di un amore particolare e incisivo, che lei non sa gestire e non sa decifrare. Si racconta anche di altri personaggi, del loro rapporto con l'amore e con il sesso.

Un libro non facile da leggere, da capire, sicuramente, è una lettura diversa dal solito, in cui l'animo femminile viene messo a nudo così com'è senza nessun pudore. Un romanzo molto intimo, anomalo e destrutturante.

 

LA VITA ACCANTO di Mariapia Veladiano

Rebecca è nata brutta. Sua madre dopo il parto non l'ha mai presa in braccio e si è rinchiusa in se stessa. Suo padre non ha fatto nulla per evitare ciò.

A prendersi cura di lei, saranno la zia Erminia e la tata Maddalena. Rebecca cresce in una Vicenza chiusa e un po' bigotta, ha solo un'amica, Lucilla, che l'aiuterà ad aprirsi alla realtà e a non avere paura della sua immagine. 

Ma Rebecca ha un dono, quello di saper suonare il pianoforte. Così, grazie all'incontro con la «vecchia signora» De Lellis, celebre musicista da anni isolata in casa, offre a Rebecca uno sguardo nuovo sulla storia di dolore che segna la sua famiglia, ma anche la via per vivere in pace con se stessa.

Molto bello! 

 

IL PARNASO AMBULANTE di Christopher Morley

Elena, che lavora in fattoria, stanca della solita routine, un giorno decide di prendersi una vacanza dal lavoro per girare un po’ il mondo e vendere libri a bordo del Parnaso ambulante. E' una carrozza ambulante piena di libri usati, vendutole da Roger Mifflin, un libraio un po' bizzarro. Stanco, Mifflin, vuole ritirarsi a scrivere il suo libro,così insegna ad Elena tutti i trucchi del mestiere, che la porteranno ad amare i libri e a conoscere l'amore vero.

 

Signora – esclamò- quando si vende un libro a una persona, non gli si vendono soltanto dodici once di carta con inchiostro e colla, gli si vende un’intera nuova vita. Amore e amicizia e umorismo e navi in mare di notte; c’è tutto il cielo e la terra in un libro, in un vero libro, intendo.

TRILOGIA DI KENT HARUF: Canto della pianura, Crepuscolo e Benedizione

Siete pronti per conoscere la contea di Holt e i suoi personaggi?

Allora si parte, perché con questa trilogia, si ride, si piange, si respira ogni singolo episodio di vita quotidiana con poesia.

Un canto libero e di speranza per l'umanità.

Un piccolo gioiello della letteratura contemporanea americanV

IL BISTRO' DEI LIBRI E DEI SOGNI di Rossella Calabrò

Nel cuore di Milano c'è un delizioso bistrò, un posto ideale per rilassarsi sorseggiando del tè o magari, con un calice di vino bianco in mano, chiacchierare, lavorare, e intanto lasciarsi consigliare romanzi, saggi, fumetti da Petra, la proprietaria. Ogni giovedì sera, nella luce soffusa del suo Bistrò dei Libri e dei Sogni, Petra ospita un corso di Scrittura Creativa insieme a cinque bizzarri quanto speciali protagonisti, ognuno alla ricerca del proprio sogno tra le pagine di un libro. Perché i libri, si sa, sono degli incredibili, splendidi, stupefacenti contenitori di sogni: i sogni di chi li scrive, e i sogni di chi li legge.

Per chi ama sognare e ama il romanticismo nei piccoli dettagli.

IL CANE, IL LUPO E DIO di Folco Terzani

ll Cane, un giorno, viene abbandonato dal suo padrone senza motivo. Lasciato solo e privo di cibo, gli appare all'improvviso, un Lupo misterioso, che lo incoraggerà ad intraprendere un viaggio iniziatico verso la conoscenza di sé. Comincia così per lui un lungo pellegrinaggio, verso nord in compagnia di un branco di lupi e di corvi, attraverso grotte, cascate, boschi, monti e tempeste di fulmini alla ricerca della Montagna della Luna. Un libro spirituale che ci porta ad approfondire e a vivere la natura, l’amicizia e il senso del divino in ognuno di noi con consapevolezza.

Bellissime le illustrazioni di Nicola Magrin.

ROMANZO ROSA di Stefania Bertola

La storia narra, di un corso per imparare a scrivere dei romanzi rosa, in una settimana tenuto da Leonora Forneris, insegnante spinosa e scrittrice di fama, al Circolo dei Lettori. Così, Olimpia, intraprende questa nuova avventura con altri compagni curiosi e desiderosi di diventare dei pseudo scrittori di "Melody".

Il divertimento è assicurato.

Un libro leggero e divertente! 

CHIAMAMI CON IL TUO NOME di Andrè Aciman

Elio ha diciassette anni, e per lui sono appena iniziate le vacanze nella splendida villa di famiglia nel Ponente ligure. Figlio di un brillante professore universitario, musicista sensibile, decisamente colto per la sua età, Elio aspetta come ogni anno «l’ospite dell’estate, l’ennesima scocciatura»: uno studente in arrivo da New York per lavorare alla sua tesi di post dottorato. Ma Oliver, il giovane americano, subito conquista tutti con la sua bellezza e i modi disinvolti, quasi sfacciati. Anche Elio ne è irretito. I due ragazzi condividono conversazioni appassionate su libri e film, discussioni sulle loro comuni origini ebraiche, e poi nuotate mattutine, partite a tennis, corse in bici e passeggiate in paese.

Da una semplice amicizia, nascerà qualcosa di più forte, di intenso...

Bellissimo!

L'ATTENTATO di Yasmina Khadra

Il dottor Amin Jaafari è un chirurgo israeliano di origine araba, una figura di confine in bilico tra due mondi. Si è sempre rifiutato di prendere posizione sul conflitto che oppone il suo popolo d’origine e quello d’adozione e ha scelto di dedicarsi al lavoro e al piacere di vivere accanto all’adorata moglie Sihem. Fino al giorno in cui in un ristorante affollato nel centro di Tel Aviv una donna fa esplodere la bomba che teneva nascosta sotto il vestito. È una carneficina. In ospedale scatta l’emergenza, arrivano i feriti, i corpi a brandelli, i cadaveri. Dopo ore interminabili passate in camera operatoria, Amin ritorna a casa sfinito per essere risvegliato da una telefonata dell’amico poliziotto Naveed. Gli viene chiesto di recarsi subito a riconoscere il corpo dilaniato di sua moglie. È lei la donna kamikaze che si è fatta esplodere causando la strage. Cosa farà Amin? Chi era veramente sua moglie? 

PARLA, MIA PAURA di Simona Vinci

Simona Vinci si immerge nella propria paura e cerca un linguaggio per confessarla. L'ansia, il panico, la depressione spesso restano muti: chi li vive si sente separato dagli altri e incapace di chiedere aiuto. Ma è solo accettando di «rifugiarsi nel mondo» e di condividere la propria esperienza che si sopravvive. La stanza protetta dell'analista e quella del chirurgo estetico, che restituisce dignità a un corpo di cui si ha vergogna, l'inquietudine della maternità, la rabbia della giovinezza, fino allo strappo iniziale da cui forse tutto ha avuto origine.

Intenso e profondo.

AGNES BROWNE DI BRENDAN O'CARROLL

Questa quadrilogia narra le avventure tragicomiche di Agnes Browne, antieroina della Dublino proletaria degli anni '60, scritta da Brendan O'Carroll.

SONO LIBRI INSUPERABILI!!! 

Per delle letture ironiche ed avvincenti!

LE PIETRE di Claudio Morandini

«Noi le pietre ce le troviamo dappertutto, negli orti, nei prati, dentro alle scarpe, anche in casa. Abbiamo smesso di chiederci da dove vengono perché non c’è nessun mistero, basta uscire o affacciarsi alla finestra per capire che siamo circondati dalle pietre, vengono su come fungaie, il fiume, o torrente, le porta a valle dalle pietraie sotto le montagne, e lassù continuano a generarsi dal perenne sbriciolarsi delle rocce di queste Alpi da quattro soldi che si disfano appena le tocchi, si aprono come mele, se le guardi storto quelle pisciano sabbia».

Un libro insolito e strano. Per chi desidera spaziare verso una storia alquanto surreale.

 

IL SILENZIO COPRI' LE SUE TRACCE di Matteo Caccia

Un uomo abbandona tutto per inoltrarsi in un viaggio sugli Appennini con una vecchia pistola e un cane. Camminando lascia alle spalle la sua vita passata e la civiltà per raggiungere un luogo del padre che ha deciso diventerà suo.

Un libro che ti coinvolge dall'inizio alla fine.

ANIME SCALZE di Fabio Geda

Questa è la storia di Ercole e della sua famiglia. Una famiglia sgangherata e piena di problemi. Ercole che deve cavarsela da solo, aiutato dalla sorella maggiore Asia in tutto e per tutto. Un papà quasi sempre assente e una mamma scappata da loro per inadeguatezza. Saprà Ercole gestire il tutto e trovare il suo posto nel mondo? Perché alla fine è difficile essere adolescenti, ma forse ancora di più diventare genitori.

 

NEVE, CANE, PIEDE di Claudio Morandini

Il romanzo è ambientato in montagna. Narra la storia di Adelmo Farandola, un vecchio solitario e un po' smemorato,di  un cane petulante e chiacchierone e di un giovane guardiacaccia che si preoccupa per lui. La vita di Adelmo scorrerebbe scandita dai cambiamenti stagionali, tra estati passate a isolarsi nel bivacco sperduto e inverni di buio e deliri nella baita ricoperta da metri di neve. Un giorno, però, la vita di Adelmo cambia perché di fronte al disgelo vede spuntare un piede umano dal fronte di una delle tante valanghe che si abbattono sulla vallata...

DOVE PORTA LA NEVE di Matteo Righetto

È la vigilia di Natale e Padova sta per essere coperta da una nevicata memorabile. Carlo, 48 anni, con la sindrome Down, come ogni mattina, da mesi, va a trovare la madre in clinica, dove si sta lentamente spegnendo assediata dai ricordi e dal bisogno di raccontarli. Nicola, 74 anni colmi di solitudine, ha appena perso il lavoretto che si era procurato come Babbo Natale davanti a un centro commerciale. Per Carlo, però, questo non può essere un Natale come gli altri e quando vede Nicola vestito di rosso e con la lunga barba bianca sente che il sogno può finalmente avverarsi: un vero regalo per la madre. Il suo entusiasmo risveglia Nicola, che organizza un breve viaggio per realizzare quel sogno...

Un'amicizia, un sogno e... tanto  bisogno di calore umano: coinvolge ancora una volta, Matteo Righetto, con questo libro.

 

" Perché nella vita ci sono cose che si possono fare e cose che si devono fare."

LE OTTO MONTAGNE di Paolo Cognetti

La storia di Pietro e Bruno, due amici di vecchia data, due anime unite dalla passione per la montagna, per la natura e la lettura. E, di un padre, quello di Pietro, che fatica ad esserlo, ma che lascia lo stesso un grande impatto sul figlio.

Questo è un romanzo che è un atto d’amore, verso la montagna in primo luogo,  ma anche il bellissimo ritratto di legami che sono per sempre e di uomini pieni di mancanze e debolezze ma, si diceva, proprio per questo reali, vivi, come lo sono sentimenti e rapporti, come lo è la vita stessa: imperfetta, strana, sorprendente.

 

"Cominciai a capire un fatto,e cioè che tutte le cose, per un pesce di fiume, vengono da monte: insetti,rami,foglie, qualsiasi cosa. Per questo guarda verso l'alto, in attesa di ciò che deve arrivare. Se il punto in cui ti immergi in un fiume è il presente, pensai, allora il passato è l'acqua che ti ha superato, quella che va verso basso e dove non c'è più niente per te, mentre il futuro è l'acqua che scende dall'alto, portando pericoli e sorprese. Il passato è a valle, il futuro è a monte.Qualunque cosa sia il destino, abita nelle montagne che abbiamo sopra la testa."

 

IL CICLOPE di Paolo Rumiz

Un viaggio " immobile", è quello che fa Rumiz, in un'isola senza nome, dove si concede il piacere di vivere con altre poche persone dentro il faro.

Nell’isola del faro si impara a decrittare l’arrivo di una tempesta, ad ascoltare il vento, a convivere con gli uccelli, a discorrere di abissi, a riconoscere le mappe smemoranti del nuovo turismo da crociera e i segni che allarmano dei nuovi migranti, a trovare la fraternità silenziosa di un pasto frugale.

 

" L'assenza di navigazione nel ciberspazio svelava gli orizzonti illimitati della navigazione in mare, e anche quella dentro."

MIA MADRE E' UN FIUME di Donatella Di Pierantonio

Una donna, ormai anziana, mostra i primi segni della malattia che le toglie i ricordi, l’identità, il senso stesso dell’esistenza. È tempo per la figlia di prendersi cura di lei e aiutarla a ricostruire la sua storia, la loro storia.

Inizia così il racconto quotidiano di piccoli e grandi avvenimenti, a partire dalla nascita della mamma, Esperia, e delle sue cinque sorelle, nate da un reduce tornato comunista dalla Grande Guerra e da una contadina dritta ed elegante, malgrado le fatiche della campagna, degli animali e della casa in un Abruzzo aspro e luminoso.

 

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI di Giacomo Mazzariol

Ci sono voluti dodici anni perché Giacomo imparasse a vedere davvero suo fratello, a entrare nel suo mondo. E a lasciare che gli cambiasse la vita. Hai cinque anni, due sorelle e desidereresti tanto un fratellino per fare con lui giochi da maschio. Una sera i tuoi genitori ti annunciano che lo avrai, questo fratello, e che sarà speciale. Tu sei felicissimo: speciale, per te, vuol dire «supereroe». Gli scegli pure il nome: Giovanni. Poi lui nasce, e a poco a poco capisci che sí, è diverso dagli altri, ma i superpoteri non li ha. Alla fine scopri la parola Down, e il tuo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura in vergogna. Dovrai attraversare l’adolescenza per accorgerti che la tua idea iniziale non era cosí sbagliata. Lasciarti travolgere dalla vitalità di Giovanni per concludere che forse, un supereroe, lui lo è davvero. E che in ogni caso è il tuo migliore amico. 

 

" Gio, tra molti problemi, aveva un talento particolare: sapeva creare una storia diversa con ognuno. Gio creava mondi. Ognuno di noi camminava con lui lungo una strada personale. E la cosa pazzesca era che riusciva a essere diverso con tutti, ma sempre se stesso."

VERGINE GIURATA di Elvira Dones

Hana abbandona gli studi universitari che, piena di curiosità e di entusiasmo, aveva da poco iniziato all’Università di Tirana per tornare a vivere sulle montagne del Nord dell’Albania, nella casa dello zio che l’ha cresciuta dopo la morte dei genitori e che adesso è in punto di morte. Hana, che si rifiuta di accettare il matrimonio combinato che permetterebbe allo zio di morire in pace ma che costringerebbe lei a rinunciare alla propria indipendenza, pensa che l’unica via di uscita sia diventare una Vergine giurata: una di quelle donne, cioè – la cui esistenza è prevista dal Kanun albanese –, che decidono di farsi uomini e di rinnegare la propria femminilità. L’onore della famiglia è salvo, lo zio è fiero di lei e finalmente libero di arrendersi alla malattia che lo divora. Vivrà così per quattordici anni, finché la cugina Lila, emigrata tanti anni prima negli Stati Uniti, non riesce a convincerla a infrangere il giuramento.

Un libro al femminile, delicato e profondo. 

 

" Non sono scema,anche se non leggo tonnellate di carte."

" Non è carta, Lila, è anima. I libri sono la mia anima."

LA LIBRERIA DELLE STORIE SOSPESE di Cristina Di Canio

Il libro parla di Nina e della sua speciale libreria, dalle pareti lilla, a Milano, raccontata dallo sguardo di Adele, un' anziana signora, angelo custode della protagonista.

In negozio di Nina, un giorno, arriva un cliente che prende un libro e lo fa donare ad un altro cliente, così senza nessun motivo. Da lì, parte la storia del libro in sospeso, dove puoi acquistare un libro che ti è piaciuto, lasciarlo in consegna al libraio che lo darà al prossimo cliente che ne farà richiesta.

Nina, in questo modo, attirerà innumerevoli persone, tra cui, lettori accaniti, innamorati,musicisti e persone alternative. Le giornate, così, cambiano piega, cominciano ad avere un'altra forma, con un ritmo mai noioso, anzi, scorrono in maniera colorata e con imprevisti dietro all'angolo.

 

"Era troppo esigente, soprattutto con se stessa, troppo ambiziosa e forse, e come accade spesso alle persone con grandi talenti, troppo insicura."

LA VITA CHE SI AMA di Roberto Vecchioni

Il libro è un insieme di racconti per i suoi figli Francesca, Carolina, Arrigo e Edoardo.Dalle bizzarrie vissute insieme a loro, a episodi comici e drammatici della sua carriera di insegnante; dagli amori perduti o ritrovati fino a un ritratto vivo e passionale di suo padre Aldo, Vecchioni attinge alla propria biografia per costruire un vero e proprio manuale su come imbrigliare la felicità, senza farla scivolare via finché non diventa soltanto un ricordo.

 

 

IL LIBRAIO DI SELINUNTE di Roberto Vecchioni

"Ci sono normalità, regole, armonie che nemmeno noti tanto è scontato che ci siano. Oggi lo so.  È  l'eccezione, lo sconvolgimento del consueto che ti mette ansia, ti rizza i nervi, ti sbulina l'animo."

 

La storia di un libraio, ma non uno qualsiasi, uno che non vende libri, ma li legge.

E, così che, Nicolino, s'imbatte in questo strano personaggio e nella sua magica libreria, dove le parole, i suoni e le voci, lo portano in paesi sconosciuti e verso avventure infinite fuori dalla realtà.

Un inno per i libri e per la magia della lettura.

 

APRI GLI OCCHI di Matteo Righetto

"Non è la montagna ciò che conquistiamo, ma noi stessi, vero?"

 

Luigi e Francesca sono partiti in un qualsiasi pomeriggio di giugno, hanno lasciato la città diretti verso le montagne, per rispondere a una vecchia domanda che ancora li tormenta. Molti anni prima Luigi e Francesca sono stati una coppia, ma poi la loro vita insieme è finita, spezzata senza rimedio da un evento che li ha segnati per sempre. Durante il viaggio ricorderanno tutto, proveranno di nuovo a sorridersi e si prepareranno a un'escursione drammatica e bellissima, dolorosa ma necessaria, sulle rocce e dentro se stessi.

 

Stupendo! Di una forza e delicatezza travolgente. 

 

UNA VOLTA NELLA VITA di Ahmed Dramé

La storia vera di Ahmed Dramé  e della sua classe di una prima Liceo di Parigi,che grazie al concorso proposto dalla loro professoressa di storia sul tema del genocidio ebraico, decidono di mettersi in gioco e accettano questa sfida. Impareranno a confrontarsi, a dialogare e a rispettarsi a vicenda, fino a vincere il concorso e ad avere una visione diversa della realtà.

Molto bello e delicato.

IL MERCANTE DI LUCE di Roberto Vecchioni

Marco è ormai prossimo alla fine. Ha diciassette anni e soffre di progeria, una malattia che accelera vertiginosamente lo scorrere del tempo e condanna a una vecchiaia precoce. Suo padre, Stefano Quondam, è un professore di letteratura greca, colto e raffinato. E sarà proprio grazie ai più importanti poeti e autori greci come, Omero, Saffo, Anacreonte, Sofocle, Euripide, che si troveranno ad affrontare in maniera insolita un viaggio di conoscenza e di emozioni per arrivare a trovare entrambi il senso della felicità.

LA PELLE DELL'ORSO di Matteo Righetto

Domenico ha dodici anni ed è sempre vissuto nel villaggio dove è nato, ai piedi delle Dolomiti. La montagna è il suo mondo e questo mondo non ha segreti per lui. Gli piace guardare le cime mentre va a scuola, dove la professoressa gli racconta di Tom Sawyer, o attraversare i boschi mentre va al torrente a pescare, sognando avventure straordinarie. Continua a farlo anche se da un po' di tempo tutti lo mettono in guardia, perché il rischio di imbattersi nell'orso di cui tanto si parla in giro è grande. Un orso ormai diventato una leggenda nella valle: terribile, gigantesco, feroce come da quelle parti non se ne vedevano più. E non riesce a credere che suo padre, sempre così distante, ubriaco, perso, sia lo stesso uomo che adesso vuole dare la caccia all'orso e vuole partire per quella spedizione sulle montagne insieme a lui, solo loro due, via per giorni e giorni a contatto con una natura aspra, selvaggia. Ma è proprio questo che accadrà. Domenico sarà coinvolto in un'esperienza unica, spaventosa ed eccitante, dalla quale apprenderà che la natura, per quanto pericolosa, non sarà mai crudele come gli uomini. Un romanzo d'avventura che è insieme il racconto folgorante di una formazione, di ciò che succede per la prima volta, e che sarà per sempre.

 I QUINDICIMILA PASSI di Vitaliano Trevisan

Thomas conta i passi. Da casa alla questura, millecinquantatré passi. Da casa al tabaccaio, settecentonovantuno. Da casa al negozio di alimentari, milleottocentocinquantuno. Conta per capire meglio istanti, aneddoti e presenze nella sua vita complicata. Una storia surreale e inquietante.

E SE COVANO I LUPI di Paola Mastrocola

Lupo, filosofo teorico, sempre perso in astrazioni e pensieri profondi, decide di occuparsi direttamente della cova delle uova di sua moglie, Anatra,lasciando la consorte libera di muoversi per il mondo, per conoscerlo e capire che cosa conti davvero. Iniziano così i percorsi paralleli dei due protagonisti. Lupo bada alle uova, riflettendo sul senso dell'attesa e diventando punto d'incontro per vari personaggi, amici e nemici: un vecchio riccio in pensione afflitto dalla solitudine, una volpe invidiosa, un esercito di gufi benpensanti. Mentre Anatra diventa una giornalista e intraprende un viaggio personale, e tutto femminile, nel crudele e variopinto mondo del potere popolato da struzzi, leoni e chiassosi tacchini, alla ricerca della bellezza e di ciò che è veramente importante... 

CHE ANIMALE SEI? di Paola Mastrocola

Una piccola pennuta nata il giorno di Natale rotola giù da un camion in corsa in una curva e passa i primi giorni della sua vita in una pantofola grigia a forma di topo, che crede e tratta come sua madre. Senza un vero genitore a cui fare riferimento la piccola deve cavarsela da sola in tante difficili situazioni incontrate durante il suo viaggio, che inizialmente prende vita poiché la pennuta è alla ricerca della madre-pantofola scomparsa, ma in seguito, sarà un viaggio alla scoperta di sé stessa e di ciò che la circonda. 

FAMA TARDIVA di Arthur Schnitzler

Borghese abitudinario, impiegato modello, assiduo frequentatore del solito caffè, Saxberger durante la solitaria giovinezza aveva accarezzato qualche ambizione letteraria e pubblicato una raccolta di poesie dall'inflazionato titolo di Wanderungen, "Passeggiate". Ma il tempo trascorso, o la tacita presa di coscienza della propria mediocrità, gli ha fatto quasi dimenticare quella prova giovanile. Se non che, con una copia del libro tra le mani, si presenta al "vecchio poeta" un giovane che si dichiara suo estimatore e, insieme alla vivace cerchia di amici, tutti sedicenti artisti, lo convince a tornare alla ribalta. Saxberger non resiste alla narcisistica tentazione e, a dispetto della sua totale estraneità alla bohème della "Giovane Vienna", accetta di farsi chiamare "maestro", di tenere letture pubbliche, di partecipare a dibattiti, di cimentarsi nella creazione di nuovi versi.

LO STRANIERO di Albert Camus

Raccontano gli avvenimenti di Mersault : la sepoltura della madre , l’inizio della storia sentimentale con Marie, che comincia il giorno successivo al funerale, e, infine, la passeggiata sulla riva del mare con l’amico Raymond, il litigio con un gruppo di arabi e l’uccisione di uno di essi e poi il processo finale.

Un libro su cui riflettere

L'AMORE CHE TI MERITI di Daria Bignardi

Come può l'amore essere insieme la forza più creatrice e più distruttrice? A chiederselo è Antonia, giallista in attesa del primo figlio, che ha da poco scoperto il segreto nascosto nel passato di sua madre: un fratello amatissimo e poi perso nei meandri dell'eroina. Mentre sente la nuova vita crescerle dentro, Antonia si mette in cerca di quello zio sconosciuto e, in una Ferrara ovattata e impermeabile, si misura con una vertigine che scende di madre in figlia. Ma come si fa a meritarsi l'amore?

NON DIRMI CHE HAI PAURA di Giuseppe Catozzella

"Un giorno guiderai la liberazione delle donne somale dalla schiavitù in cui gli uomini le hanno poste. Sarai la loro guida, piccola guerriera mia. ", mi disse aabe. Sarei riuscita a vincere con indosso la casacca azzurra con la stella bianca. Hodan ed io avremmo guidato la liberazione delle donne, e poi quella del nostro paese dalla guerra."Un giorno guiderai la liberazione delle donne somale dalla schiavitù in cui gli uomini le hanno poste. Sarai la loro guida, piccola guerriera mia. ", mi disse aabe. Sarei riuscita a vincere con indosso la casacca azzurra con la stella bianca. Hodan ed io avremmo guidato la liberazione delle donne, e poi quella del nostro paese dalla guerra.

 

UNA SOLITUDINE TROPPO RUMOROSA di Bohumil Hrabal

A Praga, un uomo lavora da anni a una pressa trasformando carta da macero in parallelepipedi armoniosi e sigillati, vivi e morti a un tempo perché in ciascuno pulsa un libro che l'uomo vi ha imprigionato, aperto su una frase, un pensiero: sono frammenti di Erasmo e Lao-tze, di Hoelderlin e Kant, del Talmud, di Nietzsche.

CATE,IO di Matteo Cellini

Ancora una volta, l'importante è ESSERE o APPARIRE?

Caterina, ragazza adolescente di Urbania, ne sa qualcosa. Ogni giorno deve lottare contro un grande e grosso problema: l'obesità.

Come si fa a vivere in una società dove la prerogativa è la magrezza? Non c'è posto per persone grasse, anzi per le non- persone, come afferma la nostra eroina.

Un libro molto bello, introspettivo, dove si riflette e si soffre insieme alla protagonista.

Eppure qualcosa cambierà nella sua Vita, di inaspettato, all'improvviso che le farà ricredere su alcuni valori dimenticati.

LA VITA NON E' GRAVE di Baptiste Beaulieu

Sette lunghe notti al pronto soccorso raccontate dal punto di vista spesso divertito, sempre partecipe e appassionato, di un giovane specializzando in medicina interna di un grande ospedale francese. Di giorno Baptiste dorme nel polveroso pensionato della facoltà e di notte si dedica con smisurata passione al suo nuovo lavoro, dividendosi tra le emergenze e il reparto cure palliative. Ama "collezionare" le storie dei pazienti, che non sono mai solo corpi da curare ma uomini e donne da accogliere, conoscere, consolare.

MARE DI MATTINO di Margaret Mazzantini

Farid e Jamila fuggono da una guerra che corre più veloce di loro. Angelina insegna a Vito che ogni patria può essere terra di tempesta, lei che è stata araba fino a undici anni. Sono due figli, due madri, due mondi. A guardarlo dalla riva, il mare che li divide è un tappeto volante, oppure una lastra di cristallo che si richiude sopra le cose. Ma sulla terra resta l'impronta di ogni passaggio, partenza o ritorno che la scrittura, come argilla fresca, conserva e restituisce. Un romanzo di promesse e di abbandoni, forte e luminoso come una favola.

 

Vito sente il peso del suo destino in quella palude, gli cammina davanti mollemente. Dovrebbe afferrarlo. E' questo che dovrebbe fare? Fare un salto.Ma come fai a sapere che destino ti aspetta? Nessuno ti ha chiuso nella busta la risposta.

UNA TESTA SELVATICA di Marie Sabine Roger

Si racconta di un incontro straordinario nel più ordinario dei luoghi, un parco pubblico. Si traccia il delicato resoconto della più improbabile delle complicità, quella tra un uomo semi analfabeta e una vecchina con i capelli viola e la passione per i libri. Si dimostra che l'intelligenza è altra cosa dalla cultura. Quando le vite di Germain e Margueritte si accomodano sulla medesima panchina, ogni cosa, dentro e fuori, comincia a cambiare. E così questa può anche essere una storia che parla di avventure o di amore... o di indiani. Perché no? I sentimenti, come le parole, non sono innati. Bisogna acquisirli, piano piano. E quando sbocciano non conta più il vuoto che c’è ancora da riempire, ma tutto il pieno che invade il cuore e la testa come gramigna che non si può più estirpare.